Open calls
News and ongoing events
About TEN-Telecom
(EN) (FR) (DE) (IT) (ES)
Work Programme
(EN) (FR) (DE) (IT) (ES)
Contacts
Projects
Speeches,
Studies and Reports
Tentelecom 

CONTEXT

Realizzazione di reti ed applicazioni

Nuovo programma nel settore delle reti di telecomunicazioni transeuropee

Introduzione di Nicholas Argyris

(Direttore DG XIII/A, Commissione europea)

Il programma TEN-Telecom prevede attività in materia di fattibilità, convalida ed apertura nell'ambito delle reti di telecomunicazioni, nonché dei relativi servizi ed applicazioni; differisce pertanto da programmi di R&S nel settore delle telecomunicazioni sovvenzionati dall'UE. Trattandosi del primo anno in cui il programma funziona sulla base degli orientamenti, nuovi ed esaurienti, adottati dal Parlamento europeo e dal Consiglio il 17 giugno 1997, il 1998 è un anno chiave per lo sviluppo ulteriore TEN-Telecom. TEN-Telecom incentiva infatti progetti in grado di generare attività sostenibili ad alto impatto sociale o commerciale.

Con l'incentivazione della fase di studio, delle attuazioni pilota e delle dimostrazioni pratiche (in taluni casi anche delle prime fasi di apertura) il programma permette a diversi operatori di collaborare per creare un quadro commerciale atto a lanciare un nuovo servizio o prodotto innovativo. In tal modo si aprirà la strada all'ottenimento dei fondi necessari per lanciare il nuovo servizio sotto forma di operazione commerciale vitale. Così TEN-Telecom supera la distanza che separa lo sviluppo tecnico ed il funzionamento commerciale nelle telecomunicazioni globali.

La tempistica è perfetta. La liberalizzazione apre il mercato a nuovi operatori ed il previsto allargamento dell'Unione europea apre la strada alla soddisfazione della domanda di reti, servizi ed applicazioni di telecomunicazioni migliori e più ampi nell'intera Europa.

Il fenomeno di convergenza tecnologica ed industriale, di mondializzazione e di liberalizzazione trasforma l'industria delle telecomunicazioni; il settore privato deve dunque reagire, raccogliendo le nuove sfide e facendo gli investimenti necessari. Allo stesso tempo, per favorire la transizione verso la società dell'informazione, l'UE e gli Stati membri possono e devono svolgere una funzione di catalizzatori, aiutando a generare i progetti necessari per far decollare il mercato. TEN-Telecom ha una parte importante nel processo.


"TEN-Telecom: un programma comunitario a sostegno delle reti di telecomunicazioni transeuropee"

(Discorso pronunciato il 4 febbraio 1998 al convegno europeo di telematica di Barcellona da Yvan Capouet, capo unità XIII.A.3, Commissione europea)

TEN-Telecom sta per "Trans European Networks for Telecommunications" (Reti transeuropee di telecomunicazioni - RTE). Si tratta di una nuova iniziativa dell'Unione europea, volta a facilitare il passaggio alla società dell'informazione. Il programma incentiva il lancio di applicazioni e servizi di telecomunicazioni transeuropee e mondiali. Lanciato nel giugno 1997 per decisione del Parlamento europeo e del Consiglio, TEN-Telecom sarà operativo fino alla fine del 2001. TEN-Telecom favorisce l'apertura. Benché non rientri nel programma quadro del settore della ricerca, TEN-Telecom è uno strumento essenziale per sfruttare le attività di ricerca di successo, dallo sviluppo tecnico al mercato.

La scena in cui la società dell'informazione emerge nella società del secolo XXI è pronta. La liberalizzazione è sulla buona strada. Nuovi partecipanti investono in nuove infrastrutture e contribuiscono a rendere sempre più disponibile la larghezza di banda. La concorrenza porta a prezzi inferiori che consentono a nuovi servizi di telecomunicazione di trasformarsi in una realtà di mercato. Internet è diventata la piattaforma interattiva dello scambio di informazioni, usata sia sul lavoro che a casa. Il GSM ha rivoluzionato il settore delle telecomunicazioni, integrando utenti mobili nelle reti di comunicazioni fisse esistenti. Le attività di ricerca in cooperazione presentate durante questo congresso aiuteranno l'Europa ad attuare nuove applicazioni e servizi di telecomunicazioni. TEN-Telecom, che punta sull'apertura, favorirà tale processo.

Gli attori pubblici e privati tenderanno a concentrarsi su settori che presentano il potenziale migliore di profitto a breve termine. Questo crea nuove opportunità, ampliando i servizi di informazione e comunicazione in aree d'interesse generale, contribuendo allo sviluppo economico ed al dinamismo sociale e stimolando joint venture tra i settori pubblico e privato. Questa è la giustificazione del supporto finanziario che la Comunità dà a TEN-Telecom.

Ciò che distingue TEN-Telecom da altre azioni della società dell'informazione è il criterio di "preparazione alla transizione". TEN-Telecom si giustifica e si avvia inizialmente grazie alla transizione di un servizio operativo. I servizi avranno diversi effetti socioeconomici vantaggiosi per il commercio e l'occupazione. Inoltre favoriranno una migliore formazione e un'assistenza sanitaria superiore. Questi servizi devono potersi sostenere da soli a lungo termine, senza contributi comunitari. Genereranno redditi e potranno anche essere sostenuti dalle pubbliche autorità qualora lo giustifichino ragioni economiche e sociali.

Le attività di conferma al cui finanziamento partecipa la Commissione contribuiranno a provare la vitalità dei servizi proposti. I contributi dovrebbero servire a raccogliere gli elementi necessari per una decisioni di investimento. Può trattarsi di studi di fattibilità, di attività di conferma commerciale e finanziaria, di piani commerciali e perfino di applicazioni pilota lucrative volte a provare la validità di un concetto ed a valutare l'accettazione da parte del consumatore.

In parole povere, il contributo della Commissione dovrebbe consentire ai partner di mettere a punto un contesto commerciale valido che permetta di svolgere il servizio operativo sulla base delle risorse proprie o tramite contributi supplementari esterni pubblici o privati.

TEN-Telecom finanzierà fino al 50% delle attività di conferma e sarà limitato al massimo al 10% dell'investimento totale necessario a lanciare un servizio operativo. TEN-Telecom può anche contribuire all'apertura del servizio operativo entro gli stessi limiti di finanziamento. TEN-Telecom richiede un forte impegno nei servizi proposti da parte dei partner di progetto, che sono seduti al posto del pilota e si fanno carico della parte di investimento principale. Deve trattarsi di un consorzio solido, in cui ogni partner ha una funzione ben definita, con un direttivo che s'impegna a fondo nel progetto. Qui in Europa i promotori di progetti nel settore dei servizi di telecomunicazioni hanno spesso limitazioni di accesso al capitale di rischio. E' quindi difficile trovare le risorse finanziarie necessarie per immettere nel mercato i risultati dei progetti di ricerca e sviluppo. TEN-Telecom intende aiutare questi progetti a superare l'ostacolo.

TEN-Telecom intende aiutare i partner a superare le difficoltà iniziali del progetto, sotto il profilo dell'investimento e del lancio. Viene ridotto il rischio commerciale durante le prime fasi del progetto ed i costi legati all'attuazione transnazionale sono coperti. Contribuisce anche a risolvere certi problemi organizzativi legati al partenariato tra pubblico e privato. TEN-Telecom favorisce i partenariati tra pubblico e privato che permettono di ampliare l'accesso alle tecnologie di informazione e comunicazione ed il loro uso. Un consorzio TEN-Telecom deve comprendere un organismo pubblico (autorità locale, regionale o nazionale) o un organismo che rappresenti il pubblico interesse nel servizio considerato. Può trattarsi di un fornitore di contenuti in aree di interesse pubblico (musei, fornitori di contenuti formativi, fornitori di informazioni sanitarie), utenti o organizzazioni di utenti (scuole, centri di formazione, ospedali, organizzazioni di PMI) o licenziatari di telecomunicazioni.

Contrariamente agli inviti lanciati ai sensi dei programmi di ricerca comunitari, gli inviti TEN-Telecom sono aperti alle proposte di singoli, a condizione che soddisfino i criteri di "interesse generale" sopra indicati e siano tesi a soddisfare le esigenze dei vari Stati membri. Occorre tempo perché le nuove tecnologie siano accettate dal mercato. Una tecnologia in grado di offrire possibilità di comunicazione assolutamente nuove, come Internet o il GSM, hanno un potenziale rivoluzionario per l'industria. Di conseguenza, la nostra attenzione è rivolta ad aree in cui un servizio proposto è sostenuto da progetti di ricerca di successo. L'esperienza tratta dell'azione preparatoria TEN-RNIS conferma che TEN-Telecom è in grado di favorire azioni comuni a seguito di progetti telematici di successo.

Nel 1998 lanceremo tre inviti. Il primo, che sarà pubblicato il 15 gennaio, incentiverà le applicazioni che sfruttano particolari caratteristiche delle reti satellitari e mobili e l'interoperabilità dell'infrastruttura di telecomunicazioni mondiale. In particolare, il Parlamento europeo ha raccomandato l'intervento del TEN-Telecom a sostegno delle misure del piano d'azione satellitare della Commissione.

Il principale invito TEN-Telecom è previsto il 15 marzo e riguarderà diversi settori della ricerca e dello sviluppo in campo telematico, inclusi trasporti e mobilità, istruzione, ambiente, sanità, reti urbane e servizi per le PMI. Inoltre riguarderà l'apertura di servizi generici, come servizi ed applicazioni di qualità basati su Internet. La giornata d'informazione dovrebbe tenersi a Bruxelles il 1 aprile.

Il terzo invito sarà pubblicato anch'esso il 15 marzo e riguarderà azioni di supporto e coordinamento del programma.

I tre inviti dovrebbero disporre di una dotazione di 30 MECU. Il nostro obiettivo è di incentivare progetti che necessitano di un contributo da 1 a 3 MECU e della durata massima di due anni.

Nella "Agenda 2000" sulle prospettive dell'UE dopo conclusione di questo secolo, la Commissione ha evidenziato la funzione prioritaria dei TEN, in termini di crescita, occupazione e diffusione di nuove tecnologie, nonché l'impatto sull'allargamento dell'Unione.

Ora che abbiamo lanciato il nostro Programma di lavoro ed è in corso il nostro primo invito relativo, ci aspettiamo che l'attuazione pratica avvenga nei prossimi mesi. Noi dell'unità TEN-Telecom siamo lieti di poter contribuire in qualche misura, anche ridotta, allo sviluppo di reti europee e mondiali ed alle loro applicazione nei mesi ed anni a venire.

Il programma è lanciato, gli inviti in fieri. Sta a voi, ora, raccogliere la sfida e creare progetti che traggano il massimo vantaggio da quest'opportunità.


Home - Gate - Back - Top - Context - Relevant

Back to Top
EC Home Page
Disclaimer
Search
Personalised I*M Europe
DGXIII Home Page
Feedback
Site map
About this site